La luna e l’orto

La luna e l’orto.

I pomodori da consumo fresco vanno raccolti possibilmente in fase di luna crescente, mentre per quelli da conserva si aspetta che sia trascorso il plenilunio. Pomodori raccolti in luna crescente si dimostrano poco conservabili e forniscono salse acquose. Seminando la lattuga in luna crescente se ne accelera la crescita a scapito della compattezza del cuore. La crescita accelerata può essere sfruttata invece per le primizie, come per esempio nella lattuga da taglio, e per alcune rampicanti come i fagioli o piante a lenta crescita come le ombrellifere (carota, prezzemolo, ecc.). Le cipolle,le patate si seminano in luna calante per concentrare verso il basso gli influssi astrali ed evitare che il bulbo acquisti un sapore sgradevole. Aglio e rapa seminati in luna crescente vedono aumentata la produzione e la resistenza agli attacchi parassitari. Piselli, fave, lenticchie accrescono il prodotto se seminati 45 giorni avanti il plenilunio, mentre i cetrioli gradiscono essere piantati allo scoccare della luna piena. Le semine primaverili in cassetta con letto caldo o freddo vanno fatte in luna crescente. Lo stesso dicasi per i semenzai sotto terra: il trasferimento a dimora nell’orlo seguirà le caratteristiche della specie.

Daniele

Daniele Castiello vive nel parco nazionale del Cilento ad Ascea , appassionato di erbe e della natura e dei sistemi biologici, ama le passeggiate in bicicletta tra la natura.

You may also like...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>