Nespolo

Nespolo

Con questo nome vengono chiamate due piante del tutto differenti

Il Mespillus germanica o crategus germanica

Appartiene alla famiglia delle rosacee, si trova nella macchia mediterranea non molto diffuso, i suoi frutti si raccolgono a novembre- dicembre, questo arbusto a foglia caduca può crescere fino a 5 metri le foglie sono lanceolate verde opaco e pelose nella parte sottostante, i fiori bianchi sbocciano a fine primavera, portanto poi frutti bronzei che maturano a tardo autunno.

nespolo europeo

frutto di nespolo europeo in agosto

Proprietà di questa pianta, astringente, contiene zuccheri, vitamina A , B1, B2. B3. e C, e flavonoidi, querticina, acido ascorbico, beta carotene, acido caffeico, cianidina e amigdalina.

I monaci usavano della pianta i frutti ancora acerbi contro la dissenteria, nausea, vomito,  e disturbi intestinali in genere. La polvere di frutti freschi calma i dolori di stomaco. Se mescolate la polpa delle nespole a un cucchiaio di miele avrete una buona maschera di bellezza.

Il nespolo arrivò dal mar Caspio portato dalle truppe romane e diffusissimo nel Medioevo, era quasi sempre presente nei conventi: raccolte a maturazione, le nespole venivano messe a riposo su letti di paglia fino a gennaio e poi vendute al mercato.

Controindicazioni: non consumare i semi crudi perchè tossici.

Eriobotrya japonica

Il nespolo del Giappone è un albero di medie dimensioni, (fino ad otto — dieci metri di altezza ed altrettanto in larghezza), che normalmente è coltivato e condotto a dimensioni più modeste. L’albero è sempreverde e le foglie sono molto grandi (lunghezza fino a 25 cm, larghezza fino 10 cm), di consistenza molto robusta, simile al cartone, con superficie dorsale colore verde carico, lucide, mentre al verso sono colore verde pallido, biancastro e fortemente pelose.

La pelosità riguarda tutte le parti giovani e non lignificate della pianta.

nespolo giapponese

Nespolo del giappone in Aprile

La fioritura del nespolo del Giappone a differenza del nespolo europeo avviene in gennaio e i frutti maturano a maggio sono di colore giallastro chiaro, arancione e sono immediatamente commestibili. Essi contengono uno o due grossi semi che sono in peso una parte considerevole del frutto; per la riproduzione per seme, i semi devono essere immediatamente seminati, dato che perdono rapidamente vitalità, disidratandosi. Con i semi è possibile fare un liquore analogo al nocino, il nespolino. I semi del nespolo del Giappone contengono comunque piccole quantità di acido cianidrico (cianuro).

Il nespolo del Giappone con i climi umidi è soggetto alla ticchiolatura e per evitarla è consigliabile effettuare trattamenti preventivi con fungicidi contro la ticchiolatura , il prodotto biologico che combatte questo fungo è lo zolfo sia in polvere che bagnabile, e se si vogliono usare fungicidi più persistenti potete usare il Difeconazolo.

Daniele

Daniele Castiello vive nel parco nazionale del Cilento ad Ascea , appassionato di erbe e della natura e dei sistemi biologici, ama le passeggiate in bicicletta tra la natura.

You may also like...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>