Proprietà della luce lunare

La luna non brilla di luce propria, ma riflette la luce del sole che la investe con i suoi raggi più o meno obliquamente a seconda della posizione degli astri nel cielo. Più questi raggi sono obliqui, più risultano deboli, più sono perpendicolari, più sono forti. Per tale motivo un quarto di luna rischiara dodici volte meno di una luna piena e l’ultimo quarto produce un’intensità luminosa inferiore al primo quarto. Il suolo lunare trattiene oltre il 90% della luce solare e rimanda il restante, filtrato nello spazio e quindi anche sulla terra. Per quantificare l’intensità della luce lunare diremo che durante la fase di luna piena il raggio luminoso produce un’intensità di 0,25 lux, pari alla luce di una lampadina di 4o watt posta ad una decina di metri di distanza.

Daniele

Daniele Castiello vive nel parco nazionale del Cilento ad Ascea , appassionato di erbe e della natura e dei sistemi biologici, ama le passeggiate in bicicletta tra la natura.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *