Mal dell’esca ed apoplessia della vite

Mal dell’esca della vite 

Questa alterazione, provocata da diversi basidiomiceti fra i quali Stereum hirsutum e Fomes ignarius, si manifesta in due forme : una cronica, mal dell’esca ed una acuta, apoplessia .

i parassiti penetrano nei ceppi attraverso le ferite, occupano con il loro micelio i vasi trasformando il legno in una massa molle e spugnosa e producendo della gomma, che crea un forte ostacolo alla circolazione della linfa.

Sintomi.

Il fogliame si presenta appassito, gli acini sono cosparsi di macchie puntiformi brune ed il grappolo, nel complesso può risultare avvizzito nella parte distale.

vite mal dell'esca

sintomi del mal dell’esca su foglie

mal dell'esca uva ing.

sintomi su uva del mal dell’esca

All’esterno dei ceppi attaccati appaiono talvolta le fruttificazioni del fungo a forma di cappello.

Accanto alla forma lenta , appena descritta, si ha quella apoplettica in cui la malattia ha decorso fulminante in poche ore. Ciò avviene durante le estati calde quando, per difficoltà di rifornimento d’acqua parallelamente ad un essesso di traspirazione, ogni ascesa di linfa grezza viene improvvisamente a mancare.

mal dell'esca su vite

mal dell’esca su vite

Lotta

I ceppi morti che possono essere sorgente di infezione si devono estirpare ed i pali di sostegno incatramare alla base perchè anche su di loro possono svilupparsi in modo saprofitario i funghi che provocano la malattia. Occorre trattare con Triash prima del germogliamento, al momento del pianto, per due o tre anni consecutivi.

Daniele

Daniele Castiello vive nel parco nazionale del Cilento ad Ascea , appassionato di erbe e della natura e dei sistemi biologici, ama le passeggiate in bicicletta tra la natura.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *