Tripidi

(Thrips ssp.)

Insetti brunastri o neri, lunghi 1-2 mm, le cui neanidi sono di colore chiaro. Si hanno di solito 3 generazioni l’anno. Sverna l’adulto. Con tempo caldo e asciutto, questi parassiti attaccano piselli, pomodori, porri, cipolle, cavolfiori, cetrioli e gladioli. Gli adulti e le neanidi succhiano le foglie, che appaiono screziate di bianco; la pagina inferiore diventa attaccaticcia. Sui piselli si formano macchie grigie, sulle cipolle piccole necrotizzazioni argentee. Nelle giovani piante di calvolfiore colpite viene a mancare il “cuore”.

Misure preventive:

In orticoltura biodinamica si impiegano Cornosilice e Cornoletame. Bagnare spesso la parte aerea delle piante, arieggiare bene serre e cassoni. Seminare, possibilmente presto, cipolle e piselli. Immergere le radici delle piantine da trapiantare in una miscela di estratto d’alghe, argilla e Cornoletame. Spolverizzare con calcare di alghe coralline.

In caso di forte infestazione:

Impiegare prodotti a base di piretro o deltametrina.

 

Daniele

Daniele Castiello vive nel parco nazionale del Cilento ad Ascea , appassionato di erbe e della natura e dei sistemi biologici, ama le passeggiate in bicicletta tra la natura.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *