Alloro

Lauro nobilis

lauro in fioritura

Alloro o lauro in fioritura

Arbusto sempreverde appartenente alla famiglia delle lauracee, sempreverde molto aromatico ricco di oli essenziali pianta proveniente dall’asia minore poi introdotto in Grecia e poi in Italia dove si è anche spontaneizzato ed  è largamente coltivato per creare siepi, alto fino a 10 mt.

Di questa pianta si usano le foglie le bacche e il legno, le foglie si usano allo stato fresco o secco, ottime per aromatizzare le carni, pesce, verdure, e cibi conservati sott’olio, posizionate in mezzo ai cereali e farine è un efficacie deterrente per gli insetti nocivi. Tra le ricette popolari esiste la” zuppa di lauro”, ottenuta facendo bollire 6-7 foglie di Alloro in mezzo litro di acqua, con 5 spicchi di aglio:questo piatto, condito con olio extravergine di oliva e sale e viene servito caldo insieme a fette di pane biscottato. Possiede proprietà digestive, sudorative, antisettiche, è indicato nei casi di scarsa nemoria e mancata concentrazione.Costituito da geraniolo, cineolo, eugenolo, terpineolo, fellandrene, eucaliptolo, pinene, dalle proprietà aperitive, cioè stimolanti dell’appetito, digestive e carminative. Per questa ragione l’alloro viene comunemente impiegato per alleviare le coliche, i disturbi dello stomaco; favorire la digestione; e per aiutare ad espellere i gas dall’apparato gastro-intestinale, in presenza di meteorismo o aerogfagia.

Sia le foglie che le bacche esercitano azione diaforetica, utile per stimolare la sudorazione, in caso di febbre e stati influenzali; ed espettorante, indicata per eliminare il catarro bronchiale e in caso di tosse.

alloro bacche

bacche di alloro mature

Le bacche essiccate e ridotte in polvere, sono utili in caso di cattiva digestione, gas intestinali, raffreddore, mal di gola e influenza. L’estratto oleoso (ottenuto per pressione a freddo delle bacche) miscelato con olio di oliva, resina di pino, corteccia di salice, costituisce l’nguento laurino antico medicamento popolare ad uso topico, utile nel trattamento dei dolori  articolari( in particolare mal di schiena e reumatismi) contusioni, slogature, foruncolosi,e infiammature cutanee.

OLIO DI ALLORO: 50 gr. di polvere di bacche d’alloro, 250 ml. di olio di oliva

Mettete la polvere in un barattolo di vetro dotato di coperchio ermetico, versare l’olio d’oliva e chiudere il barattolo, avendo cura di riporlo al caldo, per 30 giorni, agitandolo tutti i giorni.

bacche alloro  nel frullatore

Bacche di alloro nel frullatore

bacche alloro frullate

bacche di alloro frullate

bacche alloro con olio

Farina di bacche di alloro con olio di oliva

 

All’occorrenza prelevare quel poco che basta e lasciare sempre in infusione la polvere perchè continuerà a rilasciare le sue sostanze attive all’olio. Si usa in caso contusioni, slogature,reumatismi, dolori muscolari e articolari effettuando massaggi.

Può essere spalmato anche sul petto e sulla schiena, per la bronchite acuta e gli attacchi di tosse.

Qualche goccia di olio di alloro ed una manciata di foglie nell’acqua consente di ottenere un bagno profumato e rivitalizzante, benefico negli stati di stanchezza di origine nervosa e mal di testa.

INFUSO: 3-5 foglie di alloro, 1 tazza d’acqua

Versare l’alloro nell’acqua bollente e spegnere il fuoco. Coprire e lasciare in infusione per 10 min. Filtrare l’infuso e bere l’infuso per favorire la digestione, soprattutto, per chi ha problemi di fermentazione, aiuta nei  casi di inappetenza, combatte i dolori dello stomaco e gli stati influenzali.

bibliografia :Ritorno alle radici

 

Daniele

Daniele Castiello vive nel parco nazionale del Cilento ad Ascea , appassionato di erbe e della natura e dei sistemi biologici, ama le passeggiate in bicicletta tra la natura.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *