Ortica

Urtica dioica

L’ortica è una delle piante infestanti per eccellenza infatti gli ortolani dopo la gramigna è una delle piante più odiate ed è quasi indistruddibile. Ma nello stesso tempo è anche una delle piante con maggior numero di proprietà, in quando ricca di acido folico e ferro. Si usa contro l’anemia causate da mancanza di ferro o da perdite di sangue,la pianta possiede anche proprietà emostatica , quindi è impiegata specialmente nei casi di emorragie nasali e uterine. È utilissima inoltre per le donne che soffrono di mestruazioni abbondanti.L’ortica è consigliata anche in caso di convalescenza, denutrizione e di esaurimento, perché le foglie sono ricchissime di sali minerali, specialmente di silicio, che stimola il sistema immunitario, di fosforo, magnesio, calcio, manganese e potassio; e di vitamine A, C e K, che la rendono remineralizzante, ricostituente e tonificante.Ha inoltre azione depurativa, diuretica e alcalinizzante: è indicata in caso di gotta, affezioni reumatiche, di artrite, di calcoli renali, colesterolo, di renella e iperglicemia e cistite; e in generale, quando occorre produrre un’azione disintossicante.Grazie alla presenza di tannini possiede anche proprietà astringenti ed è perciò usata con successo per fermare la per fermare la diarrea.Per uso esterno ha effetto emolliente, grazie al quale viene impiegata nel trattamento delle malattie croniche della pelle, specialmente in caso di eczemi, eruzioni cutanee e contro l’acne, pulisce, rigenera e rende più bella la pelle; si usa contro l’alopecia. I migliori risultati si ottengono assumendola per via orale e, al contempo, facendo applicazioni locali.ortica secca

Foglie di ortica essiccate.

Raccolta e conservazione

Dell’ortica di raccolgono le sommità prima che siano presenti i fiori e le foglie più tenere, essendo una pianta urticante, se siete sensibili usare guanti di gomma, io col passare degli anni sono diventato immune e la raccolgo a mani nude.  Per conservare e tenere sempre a disposizione la pianta per la preparazione di tisane, porre i prodotti raccolti su graticci, in una stanza ventilata senza contatto con i raggi diretti del sole, per evitare che le foglie si decolorano della clorofilla, l’essiccazione dura una settimana,dopo porre in sacchetti di carta in luogo fresco e asciutto, le foglie hanno una conservazione di più di un anno.

Come cucinarla

Per un uso alimentare dell’ortica raccogliere le sommità senza virticilli fiorali e le foglie più tenere e dopo averle lavate si metterle in padella, con un centimetro di acqua e coprendo e far cuocere fuoco lento per dieci minuti circa  si scola l’acqua in eccesso e si condiscono con olio exstravergine di oliva e un pizzico di sale iodato. Si possono consumare tal quale o si possono usare insieme alla ricotta come ripieno per i ravioli.

ortiche in padellaOrtiche fresche prima di essere riscaldate.

ortiche cotteOrtiche scaldate e condite.

Preparazione della tisana

INFUSO: 1 cucchiaio raso di foglie di ortica secca, 1 tazza d’acqua .

Mettere l’ortica in una tazza e versare l’acqua bollente, coprire e lasciare in infusione per 10 min.

Filtrare l’infuso e berlo lontano dai pasti per usufruire dell’azione remineralizzante, antianemica, depurativa e diuretica.

Ortica contro gli insetti

Macerato d’ortica
Serve per rafforzare la resistenza delle piante e tenere lontani gli insetti.
Si prepara mettendo a macerare in 10 litri d’acqua un chilo di ortica fresca che può
essere sostituito da 200 grammi di ortica secca. Il macerato fermentato deve essere
diluito in un rapporto 1:10. Si può versare sul terreno , sopra le radici oppure, molto
diluito, sulle foglie. Dopo circa quattro giorni si può usare il macerato non ancora
maturo, che sta ancora fermentando, diluito in un rapporto di 1:50 per spruzzarlo sui
germogli e sulle foglie per combattere afidi e ragni gialli.

Se non si ha tempo di preparate il macerato, qui trovate un ottimo prodotto biologico a base di ortica: 


Macerato Di Ortica 1LT Presto Bio
Macerato di Ortica 1LT 
Favorisce l’attecchimento delle radici dopo il trapianto.
Per verdure, piccoli frutti, fiori, prati e viti. 
IDEALE PER LA FOTOSINTESI 
CONSENTITO IN AGRICOLTURA BIOLOGICA 

EQUISETO E ORTICA- TRIPLA AZIONE NATURALE COME FUNGICIDA, INSETTICIDA E ACARICIDA-GREEN RAVENNA-500ml
Il prodotto deriva da concentrati disperdibili ottenuti dalle piante di equiseto, o coda cavallina, ed ortica.
COMPOSIZIONE: Equisetum arvense L. Urtica spp. di purezze conformi alla farmacopea Europea.

CARATTERISTICHE

Sostanza di base ad azione insetticida, acaricida e fungicida contro afidi, lepidotteri, coleotteri, acari e funghi.
Prodotto a base di ortica (Urtica spp.), sostanza di base presente in natura, nota per le sue proprietà insetticide, acaricide e fungicide. Applicabile su diverse tipologie di piante (alberi da frutto, insalate, patata, floreali), agisce contro insetti quali afidi, tignole, carpocapsa, ragnetto rosso e contro funghi, quali alternaria, oidio, muffa, peronospora.

Daniele

Daniele Castiello vive nel parco nazionale del Cilento ad Ascea , appassionato di erbe e della natura e dei sistemi biologici, ama le passeggiate in bicicletta tra la natura.

You may also like...

6 Responses

  1. michele ha detto:

    Grazie..hai spiegato in modo facile e preciso tutti gli usi..o buona parte.
    Da tempo cercavo un blog così.
    sarebbe interessante sapere i significati simbolici ed energetici legate alle piante…specie quelli che ci arrivano dalle tradizioni antiche.
    grazie

  2. Anna ha detto:

    Ciao Daniele, grazie per questo articolo 😉
    Dici che si può conservare essiccandolala… la prima domanda è: si può usare un essicatore? In caso per esempio di umidità e pioggerellina costante…
    La seconda domanda è: posso lavarla e dopo ľasciugatura metterla in freezer?

    Grazie ancora e buona giornata!

    • Anna ha detto:

      Io infatti conservo il prezzemolo lavandolo e mettendolo in freezer… per fare risotti, tortine, sughi per la pasta o altro… insomma, cose per la quale la versione essiccata forse non è ottimale :/

      • Daniele ha detto:

        Le erbe essiccate al fresco non perdono le loro proprietà, al momento del loro utilizzo si idratano e possono essere usate anche per la cucina importante la loro idratazione.

    • Daniele ha detto:

      Per essiccare le erbe non va bene l’essiccatore vanno essiccate in una stanza senza sole e ventilata, su graticci e conservate in sacchetti di carta.
      Il freezer di sicuro modifica le proprietà delle erbe officinali, è sempre consigliabile in metodo antico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *