Il compost

Il compost è il risultato della trasformazione della sostanza organica ( foglie, erba, scarti organici della cucina, letame di animali) , ed è per eccellenza il miglior nutrimento e supporto per le piante da orto e giardino, in natura si forma nel sottobosco con la macerazione delle foglie e piante morte e contribuiscono funghi e batteri e insetti.

Artificialmente il compost viene creato col la compostiera:

La compostiera o biocompostiera è un contenitore adatto ad accogliere la frazione organica dei rifiuti solidi urbani durante la sua decomposizione aerobica. La compostiera può essere fatta di plastica, ma ne esistono diversi modelli artigianali anche autocostruiti in legno e metallo.

La conformazione della compostiera ideale dovrebbe essere studiata per favorire l’ossigenazione del materiale organico. Il modo più semplice per realizzare una compostiera è quello di prendere 4 pallet e legarli insieme in modo da formare un cubo di circa un metro di lato, aperto dall’alto.

All’interno di essa i numerosi batteri: termofili, mesofili, psicrofili e actonomiceti, insieme ai lombrichi e altri piccoli insetti trasformano le sostanze organiche in humus o terra fertile.

Come montare la compostiera.

La compostiera va appoggiata al terreno per favorire lo scolo dell’acqua e l’arrivo dei batteri e lombrichi e all’inizio dell’inserimento della prima sostanza organica al suo interno è buona norma spolverare con attivatore di compostaggio ad ogni strato , per il primo mese , dopo tale periodo la compostiera si è attivata e i batteri cominciano a fare il proprio lavoro, al suo interno possiamo inserire gli scarti della cucina, scarti della potatura opportunamente tritati o tagliati a pezzetti , e scarti di erba, foglie secche, deiezioni degli animali da compagnia, nei mesi primaverili ed estivi è importante inumidire il contenuto ,perché se si asciuga i batteri scendono nella parte bassa o addirittura nel terreno dove è più fresco e umido.

Come e quando prelevare il compost.

Trascorsi otto dieci mesi possiamo incominciare a prelevare il primo compost dalla base, ma è buona norma depositare il compost in un vaso o secchio forato ai lati , evitando  di bagnarlo  e lasciamolo al lato della compostiera per almeno 15/20 giorni per favorire la migrazione di una percentuale di  lombrichi e batteri nella compostiera , in quando il compost nel secchio asciugandosi diventa inospitale.
Set Vidio id

 spazio pubblicitario10€ al mese  spazio pubblicitario10€ al mesetel.3497631403  spazio pubblicitario10€ al mese

 

Daniele

Daniele Castiello vive nel parco nazionale del Cilento ad Ascea , appassionato di erbe e della natura e dei sistemi biologici, ama le passeggiate in bicicletta tra la natura.

You may also like...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>