Avocado, come farlo nascere e coltivarlo.

L’avocado (Persea americana) è un albero originario del Sud e del Centro America, ed appartiene alla famiglia del Lauro .Il suo frutto è molto apprezzato. Oggi si coltiva anche in Italia. Anche nel Cilento ci sono tante piante già in produzione; Infatti mia madre sei-sette anni fa facendo la spesa dal fruttivendolo fu incuriosita dal nuovo frutto esotico e lo acquistò. Aprendolo, notò il grosso seme all’interno, e disse:” Riuscirò a piantarlo e a farlo crescere? Qui da noi fa molto più freddo rispetto alle zone tropicali.”

avogato aperto
seme di avogado

Detto-fatto! ha preso il seme e lo ha interrato in un vaso, ma dopo un mese si è resa conto che il seme non germogliava, ha inoltre notato che il seme era marcio. Non soddisfatta si è informata su come far nascere il seme da un nostro conoscente che ha vissuto in Venezuela. Questo gli ha svelato il segreto, dicendo che i semi emettono radici solo se rimangono immersi in acqua con metà della parte arrotondata verso il basso, e per non far affondare il seme ha realizzato un occhiello porta seme in filo di ferro plastificato, successivamente ha immerso per metà il seme in un bicchiere. Dopo due mesi il seme ha preso vita, sono spuntate le prime foglioline, e la radice. Ora vi mostro un sistema che ho ideato per immergere il seme in acqua, utilizzando una bottiglia pet. 

-tagliare la bottiglia a metà.

-riempire d’acqua la parte inferiore.

-togliere il tappo e poggiare il seme con la parte tonda nel collo della bottiglia e la parte appuntita verso l’alto. 

-inserire il collo della bottiglia nella parte inferiore fino a che l’acqua copra il seme per metà.

bottiglia tagliata a metà

riempite di acqua la parte
inferiore e posizionate il seme
nel collo della bottiglia

inserite il collo capovolto
finchè non copre per metà
il seme

-Posizionate il contenitore creato su un davanzale luminoso. 
-Attendete dai 4 ai 6 mesi mantenendo l’acqua a livello costante.
-Al terzo mese spunterà la prima radice dopo di che seguiranno le altre.
-Al quinto mese spunterà il primo germoglio..

Dopo che la piantina ha raggiunto l’altezza dei 8/10 cm cimarla per far rafforzare le radici. Appena le radici cominciano a ramificarsi, potete trapiantare la piantina in un vaso di diametro 20/25 cm con terriccio neutro e di ottima qualità, si consiglia di utilizzare una mistura di terriccio per agrumi e humus di lombrico da tenere in umidità in modo da non disidratare la piantina.

Piantina pronta al trapianto
Mistura di terriccio agrumi e humus di lombrico
Piantina in vaso

 

 

Tornando alla piantina di mia madre è stata trapiantata dopo un anno .Dopo quattro anni ha raggiunto l’altezza due metri e ha cominciato a fruttificare. Attualmente ha un’altezza di 6 metri e una circonferenza di 4 metri.

La fioritura inizia a maggio con piccoli fiori a forma di stella raggruppati in grappoli. Questi attirano api e altri pronubi. Ho notato però che pochi fiori vanno a frutto, ancora devo capire perché.

fiori di Avogado

Osservando la pianta al momento non ha nemici o patogeni che l’attaccano, pertanto è un frutto assolutamente naturale.

Daniele

Daniele Castiello vive nel parco nazionale del Cilento ad Ascea , appassionato di erbe e della natura e dei sistemi biologici, ama le passeggiate in bicicletta tra la natura.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Mara ha detto:

    Il mio avogado ha già raggiuto l’altezza di 30 cm
    ora con i tuoi consigli lo metto in un vaso sperando che continui a crescere come dici tu
    Grazie mille del consiglio a risentirci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *